Palenque


La santa trasformazione di un astronave in un Dio

Un'ulteriore analisi delle figure di Palenque da parte di Pierluigi Peruzzi


La generazione o degenerazione - di una religione

A Palenque, in Messico, non c'è proprio niente da interpretare. La figura originale a sinistra mostra un oggetto volante con tanto di pilota. Questo lo può intravedere il più grande scemo del mondo. Ma si deve attivare una grande fantasia interpretativa se non si vuole vedere affatto qualcosa che vola e nessun pilota. Solo così ci si può immaginare un albero dalle funzioni religiose. Nonostante ciò, esso si tramuterà dopo in un mostro satanico per infine diventare il Dio del Sole.

Pertanto è meglio lasciar interpretare coloro che non vogliano vedere affatto qualcosa che vola, altrimenti la loro immagine incallita del nostro mondo potrebbe cambiare.

disegno sulla lapide disegno dell'altare del Templo de la Cruz disegno dell'altare del Templo de la Cruz Foliada disegno dell'altare del Templo del Sol
Fig. 1: La lapide stessa Fig. 2: Altare Templo de la Cruz Fig. 3: Altare Templo del Cruz Foliada Fig. 4: Altare Templo del Sol

Con questa "evoluzione delle figure" desidero mostrare quanto segue:

  • Fig. 1: Questa figura mostra la vera e propria lapide della tomba. Qui non c'è niente da interpretare, perché mostra chiaramente la sezione di un disegno tecnico di un apparecchio volante. Ma s'intravede da esso che si tratta di una copia eseguita da qualcuno che possedeva così tante nozioni tecniche come i nostri archeologi ufficiali. Ossia nessuna.
  • Fig. 2: Il disegno della lapide agli indigeni sarà piaciuto talmente bene e con le loro nozioni tecniche non esistenti ne avranno interpretato un albero della vita. Ora si vede chiaramente che tutto ciò non mostra più un oggetto volante ma bensì ciò che gli indigeni credevano di interpretare. Ma si vede anche che questa figura è un'evoluzione che deriva dal disegno sulla lapide della tomba di Palenque.
  • Fig. 3: Ora l'evoluzione delle figure continua e sulla figura 3 appare un mostro. Ciò significa che l'artista ha lasciato correre la sua fantasia ed ha realizzato un mostro. Pure qui s'intravede chiaramente l'evoluzione della figura derivante dalla figura precedente.
  • Fig. 4: Ora il tutto sta scivolando via dalla realtà e gli artisti e preti fanno un salto mortale fino al Dio del Sole. Questa figura è il risultato di tutte le figure precedenti.
  • In base all'esempio che segue - confrontando le figure 1 e 2 - vorrei mostrare ciò che desidero esprimere veramente:

    die evolution vom raumschiff zu gott

    Ma prima si dovrebbe mettere in chiaro che i disegni:

  • sono specchiati l'uno con l'altro (immagini riflesse),
  • che il disegno a sinistra della lapide mostra effettivamente un oggetto volante,
  • che la figura "dell'albero della vita" mostra l'identico oggetto pronto per il lancio. Mentre Re Pacal sta aspettando fuori fin quando il tecnico (a destra) non avrà messo a punto il suo "astrogommone".
  • È importante sapere però che, ogni figura che segue quell'altra è una controimmagine. Come se l'artista con del carbone da ardere e carta primitiva avesse fatto prima una copia del disegno precedente e dopo avesse lasciato scorrere la sua fantasia.

    Se ora asserisco che qui da un'astronave è stato creato un dio, allora andrò sicuramente a finire sul rogo delle streghe, ma dato che credo in un creatore universale di tutto l'universo e persino nella reincarnazione, il fatto non dovrebbe poi essere così grave.

    Ma gli incitamenti al tener duro nella Chiesa cattolica dovrebbero finalmente smettere. Il vecchio testamento trabocca dalla paleoastronautica ed il clero lo sa, ma attualmente non sa come venirne fuori. Il Vaticano e le altre religioni cristiane sarebbero ben consigliate se si concentrassero su Gesù Cristo ed archiviassero il vecchio testamento in quel posto, dove hanno già posto il Libro di Enoch.

    Il popolo odierno è troppo istruito per poter continuare a credere alle frottole religiose. L'unica uscita possibile da questo dilemma è fare una svolta di 90. Ma qui ci si deve domandare: il Vaticano ha la flessibilità necessaria per far tanto?

    Inoltre ci si deve anche domandare se le prove, che tra qualche anno si troveranno nel sistema solare, si possano eliminare del tutto? Gli americani ed i russi forse ci aiuteranno a nascondere certe prove. Gli europei meno ed i cinesi ed indiani dell'India certamente no? E dopo che si fa?.